VEGETAZIONE FORESTALE
 

Pino marittimo

Pinus pinaster

Albero molto resinoso, di seconda grandezza, puo' raggiungere i 30 m. di altezza; il fusto e' eretto, slanciato, a volte incurvato alla base, i rami sono orizzontali e formano una corona piramidale che tende a divenire ovaliforme o ombrelliforme ma piu' irregolare di quella del Pino domestico.

La corteccia e' fessurata profondamente a placche irregolari di colore bruno rossastra.

Le foglie lineari(aghi),persistenti di colore verde scuro, sono lunghe 15-20 cm.x 2 mm.,rigide, robustissime e pungenti riunite, da una guaina, in fascetti di due.

Specie monoica con fiori maschili molto numerosi in amenti di colore giallo con sfumature rosa ; i femminili stobiliformi, appuntiti e inseriti all'apice dei rametti sono di colore giallo violaceo; fiorisce da aprile a giugno.

Gli strobili ovato conici e brevemente peduncolati, spesso asimmetrici(lunghi 20-20 cm.), sono riuniti in gruppi di 2-4, non sono resinosi ed hanno un colore bruno rossiccio lucido; maturano ogni due anni.
Le loro squame sono legnose carenate con umbone prominente con punta acuta.

I semi con ala lunga, sono piccoli, ovoidali, opachi, con una faccia nera e l'altra grigia con punti neri.

L'areale del Pino marittimo si estende dal bacino del mediterraneo occidentale fino alla costa atlantica europea:Francia, Spagna, Portogallo, Corsica, nord Africa.
In Italia e' presente soprattutto nelle coste della Liguria e della Toscana. Specie lucivaga, termofila e xerofila, e' poco esigente alla natura del terreno anche se predilige quelli silicei, forma boschi puri (pinete) o misti in consorzio con altre aghifoglie.
A volte si spinge in collina fino a 600 m.di altitudine, sopporta la salsedine ed e' molto frugale, di rapido accrescimento e, tenendo conto dell'abbondante fruttificazione, dei semi molto germinabili e vitali, riesce a vincere la concorrenza di altre specie e quindi colonizzare substrati poveri e degradati.

Il legno del Pino marittimo ha un alburno chiaro, durame rossiccio con anelli ben visibili, molto resinoso a grana grossolana; usato per imballaggi e pasta di carta.

glossario e tavole